nntp2http.com
Posting
Suche
Optionen
Hilfe & Kontakt

info diritti acquisiti (un po' lunghetto)

Von: sesule (sao1960nospam@alice.it) [Profil]
Datum: 05.06.2010 21:37
Message-ID: <4c0aa798$0$18995$4fafbaef@reader5.news.tin.it>
Newsgroup: it.diritto
Situazione.
Due vecchie case contigue con due anziani cugini paterni (che chiamiamo
Maria e Giovanni) che vi risiedono entrambi soli mai sposati (scapolo e
nubile).
Giovanni da oltre vent'anni vive assieme alla cugina ma mantiene la
residenza nella sua casa (che nel frattempo non venendo utilizzata e
mantenuta si deteriora fino a diventare quasi un rudere).
Maria, dopo lunga malattia, muore, non ha eredi legittimi, e lascia
testamento lasciano tutti i suoi beni all'unica anziana zia materna
ancora in vita con sommo stupore di Giovanni (70enne) che sperava avesse
lasciato a lui almeno per non trovarsi in strada.
Questa anziana zia vende la casa ad un'altra cugina (sorella di Giovanni
il quale interpellato nega di essere interessato all'acquisto) ad un
prezzo di favore come ringraziamento del fatto di essersi presa cura di
Maria negli ultimi anni di agonia (molto dolorosa).
Quest'altra cugina (Rosa) avendo bisogno di denaro per sistemare i figli
chiede al fratello di trovarsi un'altra sistemazione (leggendo anche nel
testamento di Maria l'intento di non voler assolutamente lasciare la
casa a Giovanni) sapendo che comunque Giovanni ha una buona pensione,
una casa sua e la possbilità di ristrutturarla e renderla abitabile ma
non volendo infierire, consigliata da un professionista, le fa un
contratto di affitto transitorio a 300 euro al mese dandogli tempo 18
mesi per uscire (contratto fatto come prevede questo istituto
specificando tutti questi particolari).
Giovanni accetta sottoscrive ed il contratto viene regolarmente
registrato e solo in questo momentotrasferisce la residenza in questa
casa (anche per questione di contratti di utenze ecc.)
Ora i 18 mesi sono passati ma il fratello non vuole uscire e grazie a
terzi intervenuti sostiene di proseguire per vie legali sostenendo di
avere acquisito dei diritti vivendo in questa casa da anni e di aver
diritto, come minimo, ad un regolare contratto di affitto 4+4 non
riconoscendo la validità legale del contratto transitorio.
Secondo voi ci sono gli estremi?
Scusa per la lunghezza ma ho preferito fare un quadro completo della
situazione.

[ Auf dieses Posting antworten ]

Antworten